lunedì 21 dicembre 2020

«Ma quale Briatore, sono io che ho bloccato Milano con la Rolls»: si scusa il gallerista sosia del re del Billionaire

«Ma quale Flavio Briatore. Quello che ha bloccato Milano in Rolls Royce sono io!». A rivelarlo in esclusiva a leggo.it è Luigi Proietti, 61 anni, noto gallerista d'arte che lavora tra Milano, Roma e Cortina d'Ampezzo, il sosia perfetto del re del Billionaire. Stesso colore di capelli, uguale taglio, stesso stile negli occhiali, colorati e dalla montatura evidente. Perfino il look: t shirt tinta unita. Lineamenti e modo di vestire identici. Quasi impossibile distinguerli. «Mi scambiano ogni giorno con Flavio» racconta lui tra il divertito e il preoccupato per quello che è successo. Proietti ci ha pensato un giorno, e poi ha deciso di fare... "outing".

Con Briatore il signor Luigi ha un'altra analogia non da poco: un'auto che non passa certo inosservata, Luigi Proietti guida una Rolls Royce nero opaca 6.700 di cilindrata, immatricolata nel 2010. Questa vettura qualche giorno fa ha bloccato il traffico nel centralissimo corso Magenta, cuore di Milano.

La berlina di lusso inglese («Ma  oggi vale la metà di una Mercedes» tiene a precisare lui) parcheggiata evidentemente non in modo corretto, bloccava il passaggio dei tram. Subito si è creato il caos: qualcuno ha immediatamente filmato il tutto e il video è diventato virale. Peccato che i “social-maniaci” abbiamo ripreso anche l'automobilista che di corsa è andato a spostare la Rolls Royce dopo pochi colpi di clacson. E quell'uomo fosse identico in tutto e per tutto al Flavio... nazionale. Risultato? La news diventa virale:  Briatore (quello vero, secondo il mondo dei social) blocca il traffico di Milano. Non era esattamente così...

Ed è proprio il sosia di Briatore, Luigi Proietti, a raccontare come sono andate le cose: «Dovevo svolgere una commissione urgente. Ho parcheggiato pensando di non creare disagio a nessuno. Figuriamoci. Tempo qualche minuto e ho capito che invece la vettura bloccava il tram. Non ci avevo pensato. Sono subito uscito dal negozio e l'ho spostata». Il danno però era fatto: «Qualcuno aveva già ripreso la scena e si era diffusa la notizia che fosse stato Briatore. Proprio Flavio mi ha contattato: mi scuso con lui. Ci ho parlato al telefono, è stato gentilissimo con me. Preciso che non ha alcuna responsabilità: chiedo scusa ai milanesi se per colpa mia ho fatto perdere 4 minuti a qualcuno che transitava in corso Magenta».

Una lunga telefonata di scuse e alla fine Luigi Proietti («Con questo nome avevo pure il problema che quando prenotavo al ristorante mi chiedevano se fossi l'attore...») rivela: «Briatore non lo conoscevo di persona, ora siamo diventati quasi amici. Mi ha raccontato che sta aprendo un ristorante a Riad e mi ha invitato ad esporre alcune delle mio opere nel suo nuovo locale. Lo farò molto volentieri, spero di sdebitarmi in questo modo. E' stato subissato di insulti sui social, ma non ha alcuna colpa. Ho sbagliato io e mi scuso ancora con Flavio e i milanesi». Proietti garantisce: «La prossima volta ci penserò bene prima di lasciare l'auto in divieto...».

COSA AVEVA DETTO IL VERO BRIATORE «Ci sono notizie di un episodio a Milano ieri, avrei bloccato il traffico con una Rolls Royce in via Carducci alle 5 del pomeriggio, con la folla inferocita che mi urlava contro: una bufala completa», dice il manager dal suo profilo Instagram. «È una bufala, io ero a Monaco e non vado a Milano da almeno 20 giorni. Una bufala enorme, non controllano, non chiedono. E poi non vado in giro in Rolls Royce ma in Range Rover”.... vabbeh...». 


mercoledì 16 dicembre 2020

Anna, influencer di 21 anni, uccide la madre: «Le ha strappato il cuore dal petto mentre era ancora viva»

Uccide la madre strappandole il cuore dal petto mentre è ancora viva. Anna Leikovic, influencer moldava di 21 anni, è accusata di aver ammazzato la madre e di aver commesso il delitto in modo decisamente cruento. La donna, che studia medicina, ha colpito la madre con un coltello e poi le ha estratto diversi organi.

Anna, che ha oltre 100 mila followers, ambiva a fare l'influencer ma ora è accusata di omicidio. A far scattare la follia nella 21enne sarebbe stata la scoperta della mamma, la 40enne Praskovya Leikovic, dell'uso di droghe che faceva la ragazza. La vittima era tornata a casa dopo un periodo di lavoro in Germania e si sarebbe resa conto che la figlia aveva abusato di droghe. La donna ha iniziato ad affrontare la figlia a discurere con lei, fino a quando la 21enne non ha afferrato un coltello e l'ha uccisa.

Le accuse però per la giovane sono gravissime perché non solo avrebbe colpito la madre, ma mentre era ancora viva, come riporta il New York Post, le avrebbe strappato il cuore dal petto, insieme ad altri organi. Sono ancora in corso le indagini sul caso, ma Anna resta la principale sospettata del delitto.

giovedì 10 dicembre 2020

Scappa di casa terrorizzato e posta una foto: «C'è un fantasma». Lo scatto divide il web

Si trovava in casa da solo, quando ha avvertito degli strani rumori provenire dalla cucina. Avvicinandosi alla porta, ha notato una strana presenza sbucare all'improvviso, scattando anche una foto prima di fuggire terrorizzato dall'abitazione.

Sta facendo molto discutere lo scatto pubblicato su Reddit da un uomo che, come riporta anche il Mirror, vive in casa con altri tre coinquilini, che però in quel momento erano assenti. L'utente, che ha caricato anche la foto, è convinto di aver visto un fantasma e assicura: «Non ho alcuna intenzione di tornare dentro casa, almeno non quando è vuota. E sto anche pensando di trasferirmi da qualche altra parte».

Il primo scatto pubblicato dall'uomo non è chiarissimo, ma ce n'è un altro, migliorato con degli effetti e meno scuro, che mostra chiaramente come una testa sbuchi da dietro la porta. L'utente ha spiegato: «Avevo sentito un rumore strano, come dei passi e il tipico fruscio dei vestiti. Poi ho visto quella testa sbucare dalla porta, avevo il telefono in mano e ho fatto una foto, ma senza avvicinarmi. Poi sono scappato fino a quando non è tornato uno dei miei coinquilini».

La foto ha fatto discutere molto gli utenti su Reddit. C'è chi non crede affatto alla storia del fantasma, sostenendo che si tratti di un palese ritocco fotografico, e chi invece non ha dubbi: «All'inizio non ti credevo, poi schiarendo la foto e usando lo zoom ho visto tutto: è qualcosa di veramente spaventoso».

Barbara D'Urso, lo sfogo choc dell'ospite a Pomeriggio 5: «Mer***». Lei reagisce così

Su Leggo.it le ultime novità. Barbara D'Urso, lo sfogo choc dell'ospite a Pomeriggio 5: «Mer***». Lei reagisce così. Oggi, la conduttrice si è collegata in diretta con un gruppo di abitanti di Giugliano, in provincia di Napoli. Nel comune, 200 persone sono rimaste isolate per una voragine che si è creata in strada a causa del maltempo. 

I cittadini in collegamento sono furiosi e si sfogano in diretta. «Mio nipote è bloccato in casa e mi chiede se posso andarlo a prendere con l'elicottero», dice una signora. Poi lo sfogo choc di un'altra abitante di Giugliano: «Governatori di mer***».

Barbara D'Urso riprende la signora per l'insulto in diretta, ma poi commenta: «Non giustifico, ma comprendo lo sfogo di queste persone. Non vi lasceremo soli». 

mercoledì 9 dicembre 2020

Video hard di una dottoressa sul web, 10 indagati: anche ex calciatore del Brescia e la figlia di un allenatore

Alcuni video hard di una dottoressa bresciana 40enne erano diventati pubblici e virali finendo sui telefonini di migliaia di persone prima in città, poi in Italia e anche all'estero: dopo la sua denuncia per il caso di revenge porn, la Procura di Brescia ha iniziato ad indagare. E le indagini si sono concluse nei giorni scorsi, con l'iscrizione nel registro degli indagati di ben 10 persone, come riporta il Giornale di Brescia.

Si tratta di otto uomini e due donne: tra essi un ex calciatore del Brescia, la figlia di un allenatore di calcio che conosceva bene il marito della vittima, un personal trainer e anche un agente di polizia locale di origini piemontesi. La vittima, una volta diventato il caso di dominio pubblico, era stata licenziata «per danno di immagine» dallo studio dove lavorava. Tutti gli indagati ora avranno venti giorni di tempo per farsi interrogare dal pm Benedetta Callea o per depositare memoria scritta.

martedì 8 dicembre 2020

Paolo Brosio, l'audio choc della fidanzata Maria Laura De Vitis a Non è la D'Urso: «Sto con lui per arrivare al successo»

Audio choc della fidanzata di Paolo Brosio a Non è la D'Urso: «Sto con lui per arrivare al successo». Maria Laura De Vitis è la giovanissima fidanzata del giornalista finita sotto l'occhio del ciclone. La coppia domenica sera è tornata nuovamente da Barbara D'Urso per difendersi da chi lio accusa di fingere di stare insieme.

Maria Laura De Vitis è una giovanissima modella di 22enne che il pubblico ha imparato a conoscere quando ha svelato di essere la fidanzata di Paolo Brosio mentre lui era nella casa del Grande fratello Vip. La loro storia è proseguita pure fuori dalla casa, ma c'è chi non ci crede e dopo le foto che la paparazzavano insieme ad un altro per le vie di Milano, spunta un audio choc.

A Live non è la D'Urso nella puntata di domenica 6 dicembre Paolo Brosio e Maria Laura De Vitissono tornati da Barbara D'Urso per difendere la loro storia d'amore, dopo le accuse di Diego, un giovane imprenditore che sostiene di aver avuto un flirt con la giovanissima modella. Oltre alle foto di un presunto bacio, già smentito nei giorni scorsi, spunta ora un audio choc in cui Maria Laura direbbe di stare con Brosio solo per visibilità e per arrivare al successo.

Sia Barbaraa d'Urso che gli ospiti in studio hanno avuto modo di ascoltare l'audio, ma la coppia non ha dato l'autorizzazione alla diffusione e Brosio è stato perentorio con la D'Urso: «So tutto non voglio ascoltarlo, non mi interessa».

Alessandro Borghese indagato per false fatturazioni: «Fregato da un parente. Mi ha rubato 200mila euro»

Lo chef e volto tv Alessandro Borghese risulta indagato per false fatturazioni nell’ambito di un’inchiesta aperta dalla Procura di Milano. Il protagonista di ‘Quattro ristoranti’, la trasmissione in onda su Sky Uno e che sta per tornare con nuove puntate, è indagato insieme alla moglie Vilma Oliverio: ma al Corriere della Sera racconta di essere stato ‘fregato’ da uno di famiglia. «Mai avrei pensato di raccontare di essere stato fregato da un parente», le sue parole.

Borghese racconta al Corriere di aver conosciuto quest’uomo nel 2009: «Ha iniziato a seguirmi come commercialista sin da quando ho fondato la società. Lavorava in un grande studio qui a Milano e con loro gestiva la mia contabilità, poi siamo cresciuti ed è venuto a lavorare con noi. Mi fidavo di lui come di me stesso», ammette. «Lui era rassicurante: Alessandro non ti preoccupare, ti faccio i bonifici io. A me andava bene: faccio il cuoco, non capisco di conti. Infatti non lo controllavo».

Finché non si è accorto, racconta lo chef, di piccole cifre che mancavano sul suo conto personale: «Non potevo immaginare che fosse colpa sua, prendeva 5mila euro al mese. Ma avevo visto che il suo tenore di vita era cresciuto. Poi durante il lockdown, con più tempo a disposizione, ho capito che mi fregava i soldi».

A quel punto, racconta Borghese, non lo ha denunciato ma lo ha affrontato: «Si è messo a piangere, dicendo che ne aveva avuto bisogno e che voleva ridarmeli». La cifra in questione non è da niente: sono 200mila euro. «L’ho cacciato e gli ho intimato di restituirmi tutto facendogli firmare una cambiale. Me li ha ridati poco tempo fa vendendo un immobile».

Ora l’avviso di garanzia e l’indagine: «Un fulmine a ciel sereno - conclude - Ero completamente all’oscuro e lo dimostrerò. La Guardia di Finanza è venuta a casa nostra cercando documenti che non avevamo, e che erano presso di lui o del socio del suo vecchio studio. Sono una brava persona, con queste fatture farlocche non c’entro nulla».

domenica 6 dicembre 2020

Franceska Pepe a Domenica Live: «Io e Vittorio Sgarbi? Ecco quello che è successo». E sulla lite con Matilde Brandi...

Franceska Pepe si racconta a Domenica Live e, in studio, si fa accompagnare dalla mamma Eleonora. È proprio la madre a raccontare carattere e infanzia della figlia:  «La “K” l’ha messa da sola, io volevo chiamarla Fiammetta, poi la notte in cui è nata, piangeva, c’era la tempesta, ho preferito il nome Francesca, più dolce».

Il caratterino però non è cambiato.

«Una volta, a tredici anni, va a scuola e mi dice: dopo vado al Festivalbar. Era a Milano, figuriamoci. Dopo scuola, però non è tornata. Si era messa d’accordo con un’amica, è andata davvero al Festivalbar, l’ho vista in prima fila alla trasmissione, è tornata il giorno dopo…».

Poi si parla della presunta “relazione” tra Franceska Pepe e Vittorio Sgarbi.

Alla madre della ragazza sarebbe piaciuto come genere?, domanda Barbara D'Urso.

Eleonora commenta: «Genero è un po’ troppo, c’è tanta differenza di età».

Della questione parla Franceska:

«Io quello che ho raccontato l’ho detto anche a mia mamma. L’ho conosciuto a un evento, dopo festival. Si è creata questa storia su di noi, non c’è stato nulla. Non avrei problemi a dirlo, sono molto aperta». Poi, l’appello diretto a Sgarbi: «Vittorio, io ti stimo moltissimo come uomo, anche mia madre, ci terrei a un chiarimento».

Si passa poi alla lite tra la giovane e Matilde Brandi. Secondo alcuni siti, le due sarebbero arrivate quasi alle mani. La Brandi interviene in collegamento video, perché, avendo la febbre, non è potuta andare in studio. Tra le due nella Casa sarebbero volate parole pesanti. Franceska Pepe ha dichiarato che la Brandi le avrebbe augurato le fosse tagliata una gamba, accusa sempre respinta dalla Brandi.

«Non so cosa ti sia stato riferito. Io non ho mai detto quelle cose. Ti ho sempre difeso in Casa, sono stata l’unica», dichiara Brandi.

Nessuna “rissa”.

«La rissa mai nella vita - assicura Pepe - Io mi sono molto scaldata e c’è stato un diverbio verbale. Non mi permetterei mai di alzare le mani su una donna e su nessuno».

E si chiude così, con Barbara D’Urso che fa fare pace alle due ospiti.

Mara Carfagna ricoverata per polmonite, è in ospedale da mercoledì: «Non è Covid»

Mara Carfagna, deputata di Forza Italia e vicepresidente della Camera, è ricoverata da mercoledì scorso in ospedale per accertamenti. Le è stata diagnosticata una polmonite non causata da Covid 19. Le sue condizioni di salute sono buone. A riferirlo fonti di Forza Italia.

L'ex ministra delle Pari opportunità, poco più di un mese fa, è diventata mamma. Il 26 ottobre è nata Vittoria Ruben, la primogenita avuta dal compagno Alessandro Ruben.

sabato 5 dicembre 2020

La bambina che appena nata ha già 28 anni: solo 18 mesi in meno della madre. Come è possibile

È nata solo lo scorso ottobre, ma tecnicamente è 'più giovane' di sua mamma di appena 18 mesi. La piccola Molly Everett Gibson è nata infatti da un embrione congelato 28 anni fa, un anno e mezzo dopo la nascita della donna che ha portato a termine la gravidanza, Tina.

La vicenda è avvenuta in Tennessee ed è riportata da diversi quotidiani statunitensi, che sottolineano come la nascita ha battuto il record precedente, che appartiene sempre alla stessa coppia adottiva, che aveva fatto nascere nel 2017 un altro embrione sempre risalente al 1992, che era quello della sorella gemella di Molly.

«Siamo sulla Luna - commenta la signora Gibson al New York Post -, sono ancora senza fiato. Se qualcuno mi avesse detto cinque anni fa che avrei avuto non uno ma due figli gli avrei dato del pazzo». Tina, una insegnante elementare, e il marito, un esperto di cybersicurezza di 36 anni, sposati da dieci anni, hanno cercato di avere una gravidanza naturale per cinque anni prima di rivolgersi al National Embryo Donation Center (NEDC), una no profit di Knoxville che raccoglie gli embrioni cosiddetti 'orfani', che i genitori decidono di non utilizzare.

Le famiglie interessate possono optare sia per una adozione 'chiusa', in cui non sanno nulla dei genitori biologici, o per una aperta in cui entrano invece in contatto diretto. Delle oltre mille gravidanze ottenute dall'associazione però solo le due che riguardano le sorelle Gibson sono state portate avanti da embrioni così 'vecchi'.

Anche in Italia, afferma Arianna Pacchiarotti, Responsabile Pma dell'ospedale San Filippo Neri di Roma e docente dell'università Sapienza di Roma, ci sono embrioni conservati da così tanto tempo, ma sarebbe impossibile 'adottarli'. «Le cause per cui rimangono orfani sono tante - spiega -. La principale è che le coppie riescono ad avere una gravidanza, e quindi decidono di non farsi impiantare gli altri embrioni ottenuti dalle tecniche di fecondazione assistita, magari perché già in là con l'età. In Italia sono probabilmente migliaia ma la legge non permette di adottarli, andrebbero quantomeno portati tutti in un unico centro per tutelarli di più, perché ora sono 'dispersi' in tutti i centri per la Pma del paese, e può succedere che un centro chiuda, o venga venduto». Il fatto che un embrione dopo 30 anni sia ancora capace di dare luogo ad una gravidanza non stupisce, afferma l'esperta. «Gli embrioni che vengono selezionati per essere crioconservati sono quelli vitali, che non hanno nessun problema - spiega Pacchiarotti -, se sono conservati correttamente è possibile che 'resistano' anche di più». 

Rudy Guede libero a 13 anni dall'omicidio Meredith. Laureato, lavora alla Caritas: «Una risorsa per la comunità»

Non è ancora la libertà a tutti gli effetti ma Rudy Guede, unico condannato per l'omicidio di Meredith Kercher, non dovrà più tornare in carcere. Il tribunale di sorveglianza di Roma gli ha infatti concesso l'affidamento ai servizi sociali. L'ultimo passo verso quel fine pena attualmente previsto per i primi mesi del 2022 (quando esattamente, dipenderà dai benefici che potrà accumulare nei prossimi mesi). Per i giudici infatti il percorso di reinserimento sociale dell'ivoriano, ormai trentasettenne, «appare in uno stato particolarmente avanzato».Per il momento Guede non si sposterà da Viterbo dove nel carcere Mammagialla ha scontato i 16 anni che gli sono stati inflitti con il rito abbreviato per il delitto della studentessa inglese compiuto a Perugia la notte tra il primo e il 2 novembre del 2007. In semilibertà dal settembre dello scorso anno, opera come volontario presso la Caritas locale e già da qualche tempo non rientrava più a dormire in cella usufruendo di uno speciale permesso legato alle norme per prevenire il contagio Covid all'interno degli istituti di reclusione, che però sarebbe scaduto domenica prossima.

Su dove Guede alloggerà viene mantenuto il massimo riserbo. Starà in un appartamento che gli è stato messo a disposizione e dovrà comunque rispettare alcune prescrizioni, come non uscire la sera dopo le 21. Motivando la concessione dell'affidamento ai servizi sociali, il tribunale di sorveglianza di Roma ha fatto in pratica una radiografia del percorso di reinserimento di Guede, seguito dal Gavac, il Gruppo assistenti volontari animatori carcerari, e già collaboratore del Csc, Centro studi criminologici. I giudici hanno quindi sottolineato il suo «percorso più che decennale del tutto privo di qualsiasi mancanza sotto ogni profilo». Parlando anche di «permanente adesione all'opera di rieducazione».

Per Claudio Mariani, del Centro studi criminologici di Viterbo, «oggi non stiamo più parlando della solita storia del detenuto modello, che si è laureato, che ha lavorato sempre con impegno presso l'infermeria del carcere o presso il nostro centro studi (circostanze che comunque hanno avuto la loro importanza )». «Ormai stiamo parlando - ha aggiunto - di un ragazzo che durante i mesi del lockdown è stato e tutt'oggi è al servizio dei più fragili della città come volontario della Caritas diventando una autentica risorsa della nostra comunità». Guede è apparso «molto contento» al suo legale, Fabrizio Ballarini, al quale si è rivolto con poche parole come suo solito. «Grazie avvocato...» si è limitato a dire.

Chi lo conosce parla di una «persona diversa» da quella che il 20 ottobre del 2007 venne arrestata a Magonza, in Germania, dove era fuggito. Pur ammettendo da sempre la sua presenza nella casa del delitto (per il quale sono stati definitivamente assolti Amanda Knox e Raffaele Sollecito), Guede ha negato di avere ucciso Meredith Kercher. Incastrato dall'impronta di una mano insanguinata e da altre tracce di Dna trovate sulla scena dell'omicidio, sostenne di avere cercato di soccorrerla dopo dopo che era stata accoltellata, mentre lui si trovava in bagno. Per poi allontanarsi - sostenne - in stato di choc. Studiando in carcere Guede ha ottenuto la laurea triennale (con 110 e lode) in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale. Studi poi proseguiti occupandosi di narrazione cinematografica. Nel corso della detenzione Guede ha ottenuto diversi permessi ed è anche tornato a Perugia ospite della sua maestra degli anni delle elementari. Oggi per lui un nuovo passo, probabilmente l'ultimo, verso la piena libertà.

lunedì 30 novembre 2020

Maradona, calciatrice rifiuta il minuto di silenzio: «Era uno stupratore»

La calciatrice spagnola Paula Dapena ha deciso di sedersi a terra, con le spalle voltate verso la tribuna, rifiutandosi di partecipare al minuto di silenzio per la morte di Diego Armando Maradona.

Il gesto, forte, è stato ripreso dai cellulari dei pochi presenti durante la sfida tra Viajes Interrias FF e Deportivo Abanca. E la foto ha fatto immediatamente il giro del mondo. Qualche ora dopo, attraverso il portale libertadbajopalabra, è arrivata anche la motivazione del gesto, direttamente dalla Dapena: «Per le vittime non c'è stato un minuto di silenzio; quindi ovviamente non sono disposta a fare un minuto di silenzio per lui». La calciatrice 24enne ha poi detto: «Mi sono rifiutata di fare un minuto di silenzio per uno stupratore, un pedofilo e un molestatore. Per questo ho pensato di sedermi a terra e voltare le spalle: così ho fatto». 

Il gesto è stato fortemente criticato e ancora di più le parole della Dapena, soprattutto in un momento così toccante come quello che il mondo dello sport ha vissuto in queste ore per al scomparsa di Maradona. Nonostante fosse l'unica seduta a terra in campo, la calciatrice ha rivelato di aver avuto il supporto dell'allenatore avversario del Deportivo Abanca che, secondo la Delapena, si sarebbe addirittura congratulato con lei.

lunedì 23 novembre 2020

Domenica In, Matteo Bassetti piange per la mamma morta: «Mi aiuterà da lassù». Mara Venier lo consola

Matteo Bassetti ha perso la mamma una settimana fa. A Domenica In, nello spazio dedicato al Covid, Mara Venier gli ha fatto le condoglianze e l'infettivologo non è riuscito ha trattenere le lacrime. Un momento toccante in un periodo in cui, dice la conduttrice, si è tutti più vulnerabili. Mara Venier ha sottolineato la sua vicinanza perché sa cosa si prova dopo aver perso la propria mamma. Le sue parole di conforto hanno commosso Bassetti e il pubblico di Rai Uno.

«Mi ha fatto commuovere. Ora mamma e papà sono lassù e ci guardano, mi aiuteranno ad andare avanti come mi hanno insegnato per tutta la vita», ha detto in diretta il direttore della Clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. «Con tutte le vecchiette che ha curato, ora avrà tantissime mamme che le staranno vicino», ha commentato la conduttrice. 

La madre del medico è scomparsa dopo l’aggravarsi delle quadro clinico generale nella notte tra sabato e domenica scorsi. «Ciao Mamma. Buon viaggio verso i nostri amati. Sei volata in cielo da pochissimo e già mi manchi tantissimo. Sei stata una mamma eccezionale. Buona, altruista, disponibile, profonda. Eri la campionessa del mondo di bontà. La famiglia per te era il luogo più forte e sicuro dove rifugiarsi. Da lassù con papà continua a proteggerci e a vigilare su di noi. Con infinito amore. Tuo sempre Matteo», ha scritto Bassetti poco dopo sui social.

martedì 10 novembre 2020

Infermiera arrestata per aver ucciso 8 bambini e progettato la morte di altri 9 neonati

Arrestata per aver ucciso 8 bambini e provato ad ammazzarne altri 9. Lucy Letby, 30 anni, infermiera del Chester Hospital è stata arrestata perché sospettata di aver ucciso 8 bambini nel corso dei suoi turni di lavoro e, secondo quanto emerso dall'interrogatorio, avrebbe anche programmato la morte di altri 9 neonati.

L'infermiera era stata precedentemente interrogata dai detective per due giorni mentre gli agenti perquisivano la sua casa di Chester, ma è stata rilasciata in attesa di ulteriori indagini. Poi è stata arrestata nel 2019 con l'accusa di omicidio in relazione alla morte di otto bambini e al tentato omicidio di altri sei. Ora è finita nuovamente in manette per la morte degli otto bambini e per il tentato omicidio di altri tre, portando il totale a nove.

Tutto è iniziato dopo una serie di morti sospette all'interno dell'ospedale, che hann fatto scattare le indagini. Nel 2015 all'intero del reparto erano aumentati i decessi rispetto agli anni precedenti e la polizia ha iniziato a scavare a fondo. Emerse che l'infermiera aveva ucciso ben 8 bambini, e che avrebbe pianificato anche la morte di altri 9, pur non riuscendo nel suo scopo, come riporta il Sun. 

La notizia ha fatto in modo che il reparto fosse declassato e ha scioccato i suoi colleghi e amici che l'hanno appellata come una donna amorevole e un'infermiera appassionata.

domenica 8 novembre 2020

Milano, fermato per violenza sessuale su una 18enne Alberto Genovese. È stato il fondatore di Facile.it

Un imprenditore italiano di 43 anni, Alberto Genovese, fondatore di Facile.it, è stato fermato a Milano dalla polizia con l'accusa di aver sequestrato e violentato una ragazza 18enne. L'arresto è giunto nella scorsa notte, l'episodio sarebbe avvenuto durante una festa privata.

Prima le avrebbe fatto assumere cocaina e ketamina e poi l'avrebbe violentata. Con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una 18enne, detenzione e cessione di stupefacente, sequestro di persona e lesioni, Alberto Maria Genovese, l'imprenditore che ha fondato la start-up assicurativa Facile.it, poi ceduta nel 2014, è stato fermato nella notte tra venerdì e sabato dalla polizia. L'imprenditore 43enne, secondo la ricostruzione, avrebbe violentato la giovane a una festa privata a casa sua, nel cuore di Milano, lo scorso 12 ottobre.

Il 43enne Alberto Maria Genovese è accusato anche di detenzione e cessione di stupefacenti e lesioni. Le indagini, coordinate della Procuratore Aggiunto Mannella e dal Pm Stagnaro, sono state condotte dai poliziotti della Quarta Sezione della Squadra Mobile di Milano e sono state avviate a seguito del ricovero di una giovane 18enne, ricorsa alle cure mediche per una patita violenza sessuale. Le investigazioni hanno permesso di ricostruire che durante una festa organizzata dall'uomo, una giovane sarebbe stata costretta a subire ripetuti rapporti sessuali e ad assumere sostanza stupefacente del tipo cocaina e ketamina.

Le indagini hanno poi consentito di sequestrare sostanze dello stesso tipo rinvenute sia nell'appartamento dove si erano verificati i fatti sia presso l'abitazione dove l'uomo è stato rintracciato la notte di sabato 7 novembre. L'appartamento dove si erano svolti i fatti, denominato «Terrazza Sentimento» è stato sottoposto a sequestro su ordine dell'Autorità Giudiziaria e all'interno sono state rinvenute evidenti tracce a riscontro di quanto denunciato dalla parte offesa. L'uomo, visto il riscontrato pericolo di fuga, alla luce dei gravi reati contestati è stato, quindi, sottoposto a fermo del Pubblico Ministero. 


giovedì 29 ottobre 2020

Francesco Totti, Christian Vieri gli invia a casa una cassa di birre. La sua reazione spiazza tutti

Francesco Totti, Christian Vieri gli invia a casa una cassa di birre in regalo. La sua reazione spiazza tutti. Ieri, l'ex capitano giallorosso ha ricevuto a casa alcune bottiglie della birra prodotta dall'amico Bobo, "La birra del Bombeer". 

Per ringraziare Vieri, l'ex numero dieci gli dedica una story su Instagram mostrando le bottiglie: «Ciao Bomber, sono arrivate a destinazione. Volevo ringraziarti, per me è sempre un piacere. Grazie ancora, ma… Ti sei svenato, non sono troppe? O le hai perse per strada?». La reazione esilarante di Totti fa il giro del web.

martedì 27 ottobre 2020

Grande Fratello Vip e il Covid, Stefano Bettarini, Giulia Salemi e Selvaggia Roma smentiscono: «Negativi e in isolamento»

L'ingresso nella casa del Grande Fratello Vip dei nuovi concorrenti, Stefano Bettarini, Giulia Salemi e Selvaggia Roma è stato rimandato a casa di un sospetto di positività al Covid-19. I diretti interessati fanno sapere, però, di essere in salute. «Ciao a tutti bellini - scrive su Instagram l'ex marito di Simona Ventura - posso rasserenarvi che io e Giulia Salemi siamo negativi. E sereni dal 17 ottobre. Sia ben chiaro». Anche Selvaggia Roma ha rassicurato sulle sue condizioni in un'intervista rilasciata all'Adnkronos: «Ho fatto il tampone prima di entrare al 'Gf Vip' e il risultato è negativo. Scoppio di salute! Basta con questa caccia alle streghe'».

«Sembra di assistere a una caccia alle streghe - ha aggiunto la futura concorrente del 'Gf Vip'- ho fatto il tampone ed è risultato negativo. Non ho incontrato nessuno (Bettarini e Salemi, ndr) e sono stata in isolamento per almeno 15 giorni. La produzione non mi ha detto nulla su chi sia risultato positivo al Covid. Ora sono in isolamento per fare tutti gli accertamenti medici che mi verranno richiesti».

Stefano Bettarini, che è stato inquilino della casa nella prima edizione vip, ha menzionato Giulia Salemi e non ha citato l'altra futura concorrente. Gli ha fatto eco sui social l'influencer italo-iraniana. «Ciao a tutti, volevo rassicurarvi che io sto bene e sono tornata in albergo dove sono in isolamento dal 17 ottobre. Il mio tampone è negativo. Attendo serenamente le decisioni della produzione del Grande Fratello»  

Ieri sera Alfonso Signorini ha annunciato in diretta televisiva che lei, Stefano Bettarini e Selvaggia Roma non potevano più entrare nella Casa «per un caso di sospetta positività al Covid». «Pochi minuti prima di iniziare la trasmissione - ha comunicato il conduttore - abbiamo ricevuto la notizia di un sospetto di positività al Covid di uno dei tre nuovi vip che sarebbero dovuti entrare. Questa situazione necessita di approfondimenti medici per la sicurezza della persona coinvolta e di chi sta nella Casa. Quindi questa sera i tre ingressi non ci saranno».

Dayane Mello al GF Vip: «Infanzia da denutrita, sporca e picchiata dal compagno di mia madre»

Dayane Mello al Grande Fratello Vip ha parlato della sua infanzia. Un periodo molto difficile per Dayane Mello, la madre faceva la prostituta, lei viveva con i fratelli in una casa molto piccola: “Ero piena di pidocchi - ha raccontato -  tutta sporca e magra magra. L’uomo di mia madre mi ha picchiata”.

Il racconto di Dayane è iniziato con i coinquilini: “Mia madre ha avuto 10 figli – ha rivelato ai colleghi di reality - Vivevamo in una casetta grande come la sauna del GFVip, con altri tre fratelli, senza mangiare anche per una settimana. Lei faceva la prostituta. Io ero piena di pidocchi, tutta sporca e magra magra. Ricorso vagamente che mamma arrivava una volta a settimana, ogni volta con un uomo diverso: ci portava da mangiare e poi andava via”.

Durante la diretta, interrogata a riguardo da un commosso Alfonso Signorini, Dayane Mello ha continuato il suo racconto: “Ho perdonato mia madre perché non so cosa ci sia stato nella sua vita, sicuramente non è stata facile. Mia madre ha lo stesso uomo da trent’anni, lavora in una scuola e ho altri fratelli. Quell'uomo però mi ha picchiato quando sono stata con lei due giorni. Stava picchiando mia sorella, poi ha picchiato mia madre e mi ha dato una botta in faccia quando ho cercato di allontanarlo. Dopo quell’episodio il nostro rapporto è finito”.

Dado positivo al coronavirus: «Vi scrivo solo adesso perché le crisi respiratorie sono calate, tenete le distanze con tutti»

«Essere o non essere positivo... io purtroppo lo sono». Così Dado (all'anagrafe Gabriele Pellegrini) ha annunciato l'infezione da coronavirus. Il comico e cabarettista ha pubblicato un post su Facebook in cui spiega di essersi ammalato, nonostante sia stato sempre molto attento. Le parole accompagnano una sua foto in ospedale con la mascherina e l'ossigeno e invitano all'uso della mascherina e al rispetto del distanziamento. 

«Essere o non essere positivo... io purtroppo lo sono, nonostante tutti i controlli ai quali mi sono sempre sottoposto e alle regole che ho sempre rispettato. L’unica consolazione è che mi trovo al padiglione “Marchiafava” del San Camillo e ho sempre l’impressione che stia per entrare il Proff. Sassaroli. Mettete sempre la mascherina e tenete le distanze con tutti per quanto scortese possa sembrare anche con il nostro migliore amico. Vi scrivo solo adesso perché le crisi respiratorie sono calate».

Il suo racconto segue quello di un altro comico, Lillo Petrolo del duo Lillo e Greg. L'artista ha annunciato ieri di essere in quarantena proprio perché positivo al Covid-19: «Non lo voglio nascondere. Io sto a casa perché ho preso questo virus. Sto sotto controllo, ma ora ne ho capito la forza virale, questo virus ha una forza devastante. È una cosa che dura venti giorni, con dolori fortissimi alle ossa e alle ginocchia; è un'influenza moltiplicata per dieci. Io so perché me lo sono preso, so di aver fatto una "stronzata", non la rifarei, anche perché a causa di questa "stronzata" me lo sono preso». 

lunedì 26 ottobre 2020

Grande Fratello Vip, nuovi ingressi in Casa. Eliana Michelazzo: «Procuratevi un lucchetto per non avere brutte sorprese»

Ci saranno nuovi ingressi al Grande Fratello vip ed Eliana Michelazzo dedica un post a riguardo. Dal suo account social infatti Eliana Michelazzo, al tempo una delle protagonista del PratiGate, ha raccomandato ai coinquilini di dotarsi di un lucchetto.


Eliana, dal suo account Instagram, nelle storie ha scritto: “Voglio dare un consiglio a tutti i concorrenti del Gf Vip. Di far recapitare in Casa un lucchetto bello resistente come questo per non avere brutte sorprese”.

Ad entrare nella casa saranno Stefano Bettarini, Giulia Salemi e Selvaggia Roma e ci sono grosse probabilità che il post sia dedicato proprio a quest’ultima. Le due infatti erano grandi amiche, ma negli ultimi tempi  era nato qualche dissapore e si era anche parlato di accuse di furto. L’hashtag “SelvaSabry” poi non è  casuale, dato che Michelazzo sostiene che il vero nome di Selvaggia sia Sabrina.

sabato 24 ottobre 2020

Coprifuoco nazionale, chiusure alle 18, stretta sui centri commerciali: verso un nuovo dpcm. Cosa può cambiare

Il premier Conte ha escluso - al momento -  un nuovo lockdown nazionale ma starebbe maturando in queste ore la decisione per una ulteriore stretta che potrebbe arrivare già nel weekend. A chiederla sono anche gli scienziati (in cento  hanno lanciato un appello al premier e al Presidentte Mattarella), dal ministro della

Salute, dal Pd.

Le ipotesi sul tavolo sarebbero quelle di un coprifuco nazionale e la chiusura di bar e ristoranti a partire dalle 18. L'ala più rigorista del governo ormai non esclude più neanche un lockdown, per un tempo limitato di due o tre settimane e con una nuova massiccia iniezione di aiuti all'economia. Da Palazzo Chigi negano che l'idea sia sul tavolo: non se ne parla. Aggiungono che ad ora tutte le ipotesi sono solo suggestioni. Non è detto, spiegano da Palazzo Chigi, che Conte decida di intervenire già dal weekend.

Come suggeriscono gli esperti nel loro monitoraggio settimanale, per smorzare una curva che ha quasi toccato la soglia dei ventimila contagi, bisogna ridurre drasticamente l'interazione fisica tra le persone. Ma poiché Conte esclude con fermezza sia il lockdown sia un blocco pesante delle attività produttive, bisogna guardare al «non essenziale». Nel mirino ci sarebbero ancora palestre e piscine, nonostante il protocollo aggiornato con misure ancor più rigide per evitare la chiusura. E poi le sale giochi e i centri commerciali, affollati soprattutto nel weekend. Quanto ai bar e ristoranti, il tentativo è evitare di colpire ancora un settore già molto provato, ma una nuova stretta serale sembra probabile. Si discute sugli orari: portare la chiusura dalle 24 alle 23 servirebbe a poco, si starebbe ora valutando un coprifuoco dalle 21 o 22. Ma l'idea con più effetti, secondo gli esperti, potrebbe essere quella di far chiudere bar e ristoranti già alle 18: niente aperitivo. Alleggerire il trasporto pubblico, è la principale premura in queste ore, oltre al rafforzamento del sistema di tracciamento dei contagiati. Quanto agli spostamenti, si discute sull'opportunità, vista la diffusione del virus, di intervenire impedendo di muoversi dalle Regioni: più probabile dare indicazioni perché si limitino al massimo le uscite non necessarie.

Striscia, tapiro a Mauro Corona per l'allontanamento dalla Rai. Poi il messaggio a Franco Di Mare: «Mi chiamavi fratello e adesso non mi vuoi più»

Sta facendo discutere l’allontanamento dalla Rai di Mauro Corona, colpevole – durante la messa in onda di #Cartabianca – di aver zittito la conduttrice Bianca Berlinguer dandole della «Gallina!». Ma è davvero questo il motivo dell’addio tra il fumantino scrittore friulano e la tv di Stato?

È Corona stesso, durante la consegna del Tapiro d’oro da parte di Striscia la notizia, a fornire alle telecamere del tg satirico la sua versione: «Posso garantirvi che non è la Berlinguer a non volermi. È qualcun altro». E quando l’inviato Valerio Staffelli lo incalza, chiedendogli se il responsabile sia Franco Di Mare, lo scrittore lancia un chiaro messaggio al direttore di Rai 3: «Franky Di Mare, non ho niente da dire sul fatto che non mi vuoi più. Vorrei però capire perché non me l’hai detto prima, invece di continuare a mandarmi messaggi di amicizia e chiamarmi il tuo “fratello della montagna”. Almeno chiarisci questo tuo cambiamento di marcia nei miei confronti. In ogni caso, sappi che io non mi impicco, se non vengo più lì».

giovedì 22 ottobre 2020

Papa Francesco apre alle famiglie omosessuali: «Si alla legge sulle unioni civili»

Papa Francesco entra nella storia: è il primo pontefice di sempre ad aprire alle unioni civili per le coppie omosessuali. Il Papa ha detto ufficialmente di esserne favorevole durante un documentario, intitolato 'Francesco', mostrato oggi per la prima volta alla Festa del Cinema di Roma: Bergoglio ha spiegato che gli omosessuali «sono figli di Dio, e hanno il diritto a una famiglia. Nessuno deve esserne escluso».

«Ciò che dobbiamo creare - continua Papa Francesco - è una legge sulle unioni civili», in modo che i gay possano godere «di una copertura legale». Le frasi del pontefice, storiche per quanto riguarda la Chiesa e le lotte per i diritti Lgbt, arrivano più o meno a metà del documentario, nella parte in cui approfondisce temi come l'ambiente, la discriminazione, le disuguaglianze razziali, i migranti e la povertà.

Il documentario è firmato da Evgeny Afineevsky, che proprio oggi ha incontrato il Papa in Vaticano. «Sono stato toccato da lui non come Papa, ma come persona. Lui è un vero gesuita, un uomo d'azione, ma anche un vero leader una cosa che manca molto oggi», le parole del regista. Tra i momenti più toccanti, la telefonata di Francesco a una coppia di omosessuali, con tre figli piccoli a carico, in risposta ad una loro lettera in cui mostravano il loro grande imbarazzo nel portare i loro bambini in parrocchia. Il consiglio di Papa Bergoglio a Mr. Rubera, raggiunto appunto telefonicamente, era quello di portare i bambini comunque in parrocchia al di là degli eventuali giudizi. 

martedì 20 ottobre 2020

Bambina di 2 anni scatta foto alla madre nuda e le invia a tutta la rubrica: imbarazzo con amici e colleghi

Brutta avventura per una giovane madre, che ha ingenuamente prestato il suo smartphone alla figlia di 2 anni, pensando che non potesse succedere niente di male o strano. La piccola era in bagno con la mamma, mentre quella faceva la doccia e poi si asciugava i capelli. Ma la bambina, nonostante la sua età, è riuscita a scattare delle fotografie alla madre completamente nuda e ad inviarle ad amici e colleghi della donna. 

Colleghi di lavoro, clienti, amici dell'università, ex: un po' tutti hanno visto quello che non dovevano vedere. Il corpo nudo di Emily Schmitt. Ma la donna non aveva fatto i conti con la piccola Carsyn, la figlia di 2 anni che domenica 11 ottobre è riuscita a fotografarla in bagno e a condividere quelle immagini private. 

La 30enne infatti è stata esposta dalla figlia su Snapchat in tutta la sua nudità. Inizialmente, non si era accorta di nulla, finché una collega non le ha scritto: «Grazie per la foto». Solo in quel momento ha realizzato quanto successo ed è arrivato l'imbarazzo, nel contare quante persone l'avevano vista come mamma l'ha fatta: una quindicina. 

Subito ha scritto un messaggio di scuse a tutti i coinvolti nello scherzo della figlia. Chiarito il disguido, anche Emily Schmitt, residente in Ohio, ha deciso di rendere pubblica quella storia e sotterrare l'imbarazzo sotto le risate. Così, con un post su Facebook, ha spiegato la situazione, offrendo ironicamente la figlia in vendita dopo l'incidente osé. 

«Lei è selvaggia, non la si può contenere, è semplicemente troppo divertente. Oggi poi stiamo vivendo in un mondo oscuro e incasinato al momento, così ho pensato che una bella risata avrebbe fatto bene alla gente», ha raccontato la 30enne alla stampa locale.

lunedì 19 ottobre 2020

Gianni Dei, morto l'attore e cantante. Mara Venier in lutto: «Come farò senza di te?»

Triste risveglio per Mara Venier che su Instagram annuncia la scomparsa di Gianni Dei, suo grande amico. “Gianni mio come farò senza di te… Sei stato tutto per me, amico, fratello, complice... Il mio cuore è spezzato” scrive la conduttrice.

Nella scorsa puntata di Domenica In, la conduttrice aveva riservato un saluto all’amico, che non stava bene, augurandogli una pronta guarigione. “Proprio ieri lo avevi salutato” osserva con profondo cordoglio qualcuno commentando il post. A poche ore da quel dolce pensiero, la triste notizia che ha gettato Mara nello sconforto. Gianni Dei aveva 80 anni ed era stata un grande attore e cantante italiano.

Enrico Montesano, la sua rabbia a Non è la D'Urso:«Mi hanno teso un tranello solo perchè non la penso come gli altri»

Non è la D'Urso, Enrico Montesano:«Mi hanno teso un tranello solo perchè non la penso come gli altri». Ospite in collegamento da Barbara D'Urso l'attore romano è tornato a parlare di quanto accaduto la scorsa settimana, quando è stato fermato perchè non indossava la mascherina.

«È stato un tranello che mi hanno fatto solo perché non la penso come la vulgata generale». Così Enrico Montesano in collegamento a Live non è la D'Urso. La scorsa settimana Montesano è stato fermato perchè non indossava la mascherina, ma l'attore romano vuole ribadire di non sentirsi assolutamente dalla parte del torto, anzi: «Questo è un tranello che mi è stato fatto perché io ho fatto le dichiarazioni in cui mantenendo le distanze all'aperto, posso evitare la mascherina. Io ci credo al virus. Io ero lì per Chico Forti, ci vado da sempre. E vogliamo che Chico possa scontare la pena in Italia così anche la mamma può andare a trovarlo. Vicino a me c'era un signore che ha filmato e poi ha montato tutto per venderlo alle tv. Al poliziotto che mi ha fermato gli ho elencato tutte le infrazioni che lui faceva elevandomi la sanzione.Penso che il sale della democrazia sia la critica e la libertà di parola. Qui mi sembra invece che abbiano voluto far passare per cattivo, un uomo che non la pensa come la vulgata generale».

domenica 18 ottobre 2020

Barista scopre la falla nel Dpcm: chiude il locale a mezzanotte e lo riapre 15 minuti dopo. I vigili non possono bloccarlo

«Ho chiuso il bar a mezzanotte del 14 ottobre e l'ho riaperto quindici minuti dopo», così Aldo Manoieri, titolare del Bar Plaza Cafè di Catanzaro Lido, spiega la sua interpretazione all'ultimo dpcm entrato in vigore lo scorso 14 ottobre. «Nel dpcm c'è l'orario di chiusura che ho rispettato ma non è indicato l'orario di riapertura e io ho che un'attività h24 ho riaperto subito dopo», ha spiegato Manoieri a La Nuova Calabria che, attraverso questa dichiarazione pubblica, ha voluto evidenziare una falla presente all'interno del decreto firmato dal premier Conte per far fronte all'impennata del numero dei contagi.

«Verso mezzanotte e 25 ho avuto il primo controllo delle forze dell'ordine che mi hanno intimato di chiudere. Facendogli presente quello che c'è nel dpcm abbiamo constatato che non c'è un orario di riapertura. Io quindi a che ora dovrei riaprire? Questo è l'interrogativo», ha aggiunto il titolare che ha ammesso di aver continuato la sua attività tutta la notte e di non voler smettere. «Tutto nasce da chi ha scritto questo dpcm, non sanno nemmeno quello che scrivono e io mi adeguerà a quello che c'è sul dpcm e io chiudero a mezzanotte e riaprirò quindici minuti dopo», ha concluso.

COSA PREVEDE IL DPCM

Effettivamente leggendo il dpcm non è indicato alcun orario di riapertura per i locali ma solo l'obbligo di chiusura a mezzanotte con consumo al tavolo e fino alle 21 «in assenza di consumo al tavolo». Una "falla" che ha permesso all'esercente di restare aperto tutta la notte.  

Anche a Bologna il titolare del Mavit Bar, di fronte alla Stazione Centrale, ha adottato una soluzione analoga al collega di Catanzaro: «Il riassunto è che nell'ultimo Dpcm del 13 ottobre hanno dato un orario di chiusura dei locali, ma non uno di apertura. Quindi, io posso chiudere alle 24 e riaprire alle 24.01. Abbiamo scelto di stare chiusi un'ora per sanificare tavoli, locali e spazi e riapriamo all'una, che è già il giorno dopo. Dobbiamo lavorare per consentire ai nostri dipendenti di andare avanti», ha dichiarato Andrea Ferrari al Corriere di Bologna.

«Non stiamo facendo nulla di irregolare - spiega il titolare dell'esercizio di viale Pietramellara - per il Dpcm, se ho il servizio al tavolo posso continuare fino alle 24, se non ho il servizio al tavolo fino alle 21, ma, potenzialmente, potrei fare servizio da asporto. Per evitare fraintendimenti, abbiamo scelto di chiudere a mezzanotte e riaprire il giorno dopo, cioè all'una vendendo da asporto panini e brioche. Nel testo, infatti, non c'è scritto quando si può riaprire: noi siamo qui giorno e notte, un bar non è obbligato ad aprire alle 6 di mattina. Il Dpcm è stato pensato per i luoghi della movida, qui noi svolgiamo un servizio per viaggiatori e turisti».

Mavit Bar è tenuto anche al rispetto dell'ordinanza comunale «che è scritta molto meglio - conclude Ferrari - e prevede che, dalle 22 alle 6 di mattina, non possiamo somministrare alcolici o bevande in lattina. Posso dare bottiglie di plastica per l'asporto».

mercoledì 14 ottobre 2020

Totti, i funerali di papà Enzo: solo 30 persone in chiesa, ci sono anche Vincent Candela e Bruno Conti

Francesco Totti piange la scomparsa del papà Enzo, venuto a mancare lunedì 12 ottobre allo Spallanzani.

Il funerale oggi alle 10.30 alla Beata Vergine Maria del Carmelo di Mostacciano in forma ristretta a causa delle norme anti Covid. Nella chiesa 30 persone con i familiari più stretti (assente la moglie Fiorella) arrivati prestissimo per evitare occhi indiscreti. Fuori un centinaio di persone tra amici e qualche tifoso per salutare Enzo Totti. Da Bruno Conti a Vito Scala, passando per una rappresentanza della Roma, la quale ha omaggiato il papà dell'ex capitano con una corona di fiori.

Presente anche Vincent Candela e Guido Nanni, ex preparatore dei portieri del club giallorosso. La funzione, molto intima come voluto dalla famiglia Totti (uscita per ultima), è durata circa 50 minuti. Poi il feretro è stato portato al cimitero. «Enzo persona straordinaria» - dice l'attore Enzo Salvi all'uscita dalla Chiesa.

Tom Parker, il cantante dei The Wanted ha un tumore inoperabile al cervello

A Tom Parker, uno degli ex componenti della boy band The Wanted, è stato diagnosticato un tumore al cervello inoperabile. Il cantante, che ha soli 32 anni, ha detto di essere "ancora sotto choc" dopo che gli è stato diagnosticato un glioblastoma al quarto stadio, sei settimane fa. "Sapevo che qualcosa non andava, ma non mi sarei mai aspettato che fosse questo", ha spiegato. Parlando con 'Ok! Magazine', il cantante ha detto anche che intende mantenere un atteggiamento positivo. "Ho intenzione di combattere", ha spiegato.


Parker ha raggiunto la fama nei primi anni 2010 come parte del gruppo The Wanted, che raggiunse la vetta della classifica in Inghilterra con i singoli 'All Time Low' e 'Glad You Came'. Da quando la band si è sciolta nel 2014, Parker ha interpretato Danny Zuko nel musical 'Grease' che ha portato in tour ed ha anche partecipato al 'Celebrity Masterchef' inglese, raggiungendo le semifinali. Ha sposato l'attrice Kelsey Hardwick nel 2018. La coppia ha una figlia di 16 mesi, Aurelia, ed è in attesa di un secondo figlio.

Parker ha scoperto di essere malato dopo essersi sentito male due volte. A luglio era accaduto una prima volta e l'attore era stato messo in lista d'attesa per una risonanza magnetica. La seconda volta, è accaduto durante una vacanza a Norwich con la famiglia e Tom è stato ricoverato d'urgenza in ospedale. Dopo tre giorni di accertamenti, gli è stato diagnosticato il cancro. A causa delle restrizioni per il Covid-19, sua moglie non è stata fatta entrare in ospedale e Tom ha ricevuto la notizia da solo.

lunedì 12 ottobre 2020

È morto Enzo Totti, il papà di Francesco aveva contratto il Covid-19. Era ricoverato allo Spallanzani

Il Covid uccide. Questo si sa. E purtroppo stamattina ha fatto scendere le lacrime sul viso di Francesco Totti per la scomparsa di suo padre, Enzo. 

Aveva spento lo scorso maggio 76 candeline ed oggi, lunedì 12 ottobre 2020, è deceduto all'Ospedale Lazzaro Spallanzani a causa del Covid-19. Saranno state decisive, come nella maggior parte dei decessi per mano del coronavirus, le patologie croniche regresse: qualche anno fa Enzo, detto “Lo sceriffo”, era stato infatti colpito da un infarto, che lo aveva tenuto lontano dalle trasferte per seguire il figlio Francesco in giro per l'Italia.

domenica 11 ottobre 2020

Terni, Maria Chiara morta nel letto nel giorno del suo 18esimo compleanno. Il padre: «Quell'uomo l'ha circuita». Ipotesi overdose

Una ragazza di 18 anni , Maria Chiara Previtali, è stata trovata morta nel letto della sua abitazione questa mattina, nel giorno del suo compleanno ad Amelia (Terni). Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Amelia che stanno indagando sulle cause della morte.

L'ipotesi su cui i militari stanno lavorando è quella della morte per overdose, succesivamente confermata ufficialmente. In caserma a Terni da questa mattina sono sentiti gli amici con cui la ragazza ha passato la sera precedente e il fidanzato dove lei ha dormito e non si più risvegliata. 

Maria Chiara frequentava il quinto anno del Liceo Donatelli a Terni, la stessa scuola frequentata da Flavio, morto insieme all'amico Gianluca nel luglio scorso per droga. Con la morte di questa ragazza un altro dramma segna le città di Terni e Amelia.

«Quell'uomo me l'ha circuita, l'ha fatta cambiare. Lei non stava bene, era in cura da una psicologa ma adesso è morta», ha detto il padre sconvolto all'uscita dell'appartamento in cui è stato trovato il corpo della ragazza. E su questo punto concordano anche tutte le amiche: «Era la miglior ragazza del mondo fino a quando non ha incontrato quel ragazzo con cui si è messa, un paio di mesi fa».

La ragazza era molto inserita nel tessuto sociale della cittadina e allenava i bambini per la pratica del Kung fu, pratica in cui aveva vinto 14 medaglie d'oro in vari campionati giovanili. 

sabato 10 ottobre 2020

Mamma Elena trovata morta nel fiume. La donna era scomparsa martedì. «Esco per una passeggiata», le sue ultime parole

Donna scomparsa a San donà di Piave: si sono spente le speranze di ritrovare viva la mamma sparita dal 6 ottobre scorso. L'hanno cercata per giorni sperando di poterla riabbracciare, ma mamma Elena è stata trovata morta a Eracela. Elena Gulino, 55 anni di San Donà di Piave, da martedì mattina era inspiegabilmente scomparsa. «Esco per una passeggiata», aveva riferito agli affetti più cari, ma da allora nessuno ha saputo più nulla della donna. 

Dopo la denuncia di scomparsa della sorella e del cognato, con cui Elena viveva in via Turati a San Donà, sono scattate le ricerche. Per giorni i Vigili del fuoco con i Carabinieri e la Protezione civile hanno setacciato il territorio nella speranza di poter ritrovare quella mamma di due figli.

La svolta è arrivata solo ieri pomeriggio quando i soccorritori, nel scandagliare il Piave con la moto d'acqua, hanno trovato il corpo poco dopo il ponte di Eraclea, in prossimità di una ampia ansa. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di San Donà che hanno avviato le indagini per appurare la causa del decesso. Per questo la Procura ha chiesto gli accertamenti del medico legale che ha avviato l'indagine necroscopica. Ora il magistrato dovrà valutare l'eventuale esame autoptico per fare piena luce sulla morte di Elena Gulino. 

giovedì 8 ottobre 2020

Barbara D'Urso, lite choc a Pomeriggio 5. Il presunto gesto dell'ospite la manda fuori di sé: «Tu non mi usi, ho i brividi...»

Su Leggo.it le ultime novità. Barbara D'Urso, lite in diretta a Pomeriggio 5. L'ospite la fa infuriare: «Tu non mi usi, ho i brividi...». Momento di forte imbarazzo oggi nello spazio dedicato al gossip del programma di Canale 5. Barbara D'Urso torna a parlare della presunta aggressione omofoba di cui sarebbe stato vittima l'influencer Iconize, ex fidanzato di Tommaso Zorzi.

In studio, tra gli ospiti, Soleil Sorgé, ex amica di Iconize. L'ex naufraga racconta la sua verità: «Io e Marco alias Iconize eravamo amici. Ho dei suoi messaggi che farebbero capire che non è stato aggredito, ma si è colpito da solo». In studio, anche Alberto, un amico di Soleil che aggiunge: «Ho saputo che si è colpito con un surgelato».

Barbara D'Urso è senza parole. Poi commenta: «Da 13 anni mi batto contro l'omofobia. Ho ospitato Iconize pensando fosse stato vittima di un attacco omofobo. Sono senza parole». Poi rivolgendosi direttamente a Iconize, conclude: «Tu non mi usi, ho i brividi». L'influencer, qualche ora prima della diretta di Canale 5, rispondendo a una fan su Instagram ha detto: «Non mi tocca quello che stanno dicendo dalla D'Urso di me». Ma sulle accuse ancora non avrebbe replicato. Intanto, il "caso Iconize" entra in trend topic su Twitter.

Rosalinda Celentano a "Ballando con le stelle", prove sospese: «Risonanza magnetica»

Un altro guaio a “Ballando con le stelle”, dove Rosalinda Celentano deve interrompere le prove per sottoporsi a una risonanza magnetica. Un momento poco fortunato per il talent danzerino condotto da Milly Carlucci, che ha già registrato diversi problemi.

Samuel Peron e Daniele Scardina sono risultati positivi al coronavirus, mentre il maestro Raimondo Todaro, che si esibiva in coppia con Elisa Isoardi, si è dovuto sottoporre a un’operazione di appendice. Durante le prove poi l’infortunio di Alessandra Mussolini e ora la risonanza di Rosalinda Celentano.

Il problema, come ha fatto sapere Tinna Hoffmann ospite a “Storie italiane” condotto da Eleonora Daniele sarebbe il ginocchio della Celentano, che fa capricci e che l’ha costretta agli approfondimenti medici. Ancora non è certa la sua partecipazione alla prossima puntata di “Ballando con le stelle”.

mercoledì 7 ottobre 2020

Gf Vip, Elisabetta Gregoraci trova Pierpaolo Pretelli a letto con Guenda e va fuori di sé: «Non mi rompere più il caz***». Poi lui spiega tutto

Grande Fratello Vip, Elisabetta Gregoraci trova Pierpaolo Pretelli a letto con Guenda Goria e va fuori di sé: «Non mi rompere più il caz***». Poi lui spiega tutto. Attimi di imbarazzo nella casa più spiata d'Italia. L'ex moglie di Briatore ha sorpreso nel letto insieme a Pierpaolo Pretelli - con il quale starebbe nascendo un flirt - e la figlia di Maria Teresa Ruta. La showgirl va su tutte le furie e chiama mamma Maria Teresa per mostrarle la scena. Non tutto, però, è come sembra. Andiamo con ordine.

Elisabetta Gregoraci, vedendo Pierpaolo e Guenda nel letto seminudi, s'infuria. «Non mi rompere più il caz*** - dice all'ex velino - non parlare più di amicizia speciale». Poi, fuori di sé chiama Maria Teresa Ruta che resta basita. Ma in realtà, non è come sembra.

I coinquilini hanno organizzato uno scherzo proprio a Maria Teresa Ruta. Le vogliono far credere che la figlia abbia riposato nel letto con l'ex velino, "amico speciale" di Elisabetta Gregoraci. La showgirl recita alla perfezione il ruolo della donna gelosa. Maria Teresa Ruta è mortificata, poi Pierpaolo e gli altri svelano l'arcano. Risate nella Casa.

Selvaggia Lucarelli, la denuncia: «Pipì su una mia foto, lo squallore di una pagina che ha condiviso il video per 2mila euro»

Attacco senza precedenti a Selvaggia Lucarelli sul web. «Oggi - scrive la giornalista sui suoi profili social - una pagina da due milioni e mezzo di utenti ha pubblicato il video di un tizio (ha 25 000 follower) che fa la pipì su una mia foto alla stazione di Torino offrendo duemila euro a chi mi avrebbe taggata più volte. (arrivati circa 20 000 tag col mio nome). Va così». Un episodio che suscita indignazione e che ha portato poi la pagina incriminata a scusarsi. 

Come spiega nelle stories di Instagram, Lucarelli aveva già visto il video in cui qualcuno faceva i bisogni su una sua foto alla stazione di Torino e aveva scelto di procedere per vie legali denunciandolo. Non aveva pubblicato nulla a riguardo per evitare di fargli pubblicità, ma ha cambiato idea quando si è accorta che una pagina da due milioni e mezzo di utenti aveva condiviso il video per soldi. Alla denuncia legale è subentrata quella pubblica perché la pagina in questione è rivolta a «ragazzini» e invitava a seguire «questo pazzo».

«Lo squallore di questa vicenda non è stato tanto nell'iniziativa ma nel seguito che ha avuto e della promozione ricevuta da una pagina che ha più di due milioni di ragazzini che la seguono. Ricordo a tutti quelli che pensano di rimanere impuniti che io non lascio pasare nulla», continua ricordando le condanne per diffamazione a due youtuber novaresi che in un video del 2017 l'avevano presa di mira con battute sessiste. 

venerdì 2 ottobre 2020

Trump positivo, ha sintomi «lievi». Sapeva di Hicks ma volò ugualmente in New Jersey

Donald Trump e la First Lady Melania sono positivi al Covid. Lo ha annunciato lo stesso Trump su Twitter. «Iniziermo subito la quarantena e il percorso di convalescenza. Supereremo questo insieme», ha scritto il presidente americano. È accaduto dopo che Hope Hicks, una delle più strette consigliere del presidente, è risultata positiva. Negativi al tampone Ivanka Trump e il marito Jared Kushner.

E, incalzato dai cronisti, il chief of staff Mark Meadows ha ammesso che la Casa Bianca sapeva della positività della consigliera Hope Hicks giovedì prima che partisse l'elicottero che ha trasportato il presidente ad una raccolta fondi in New Jersey. Alcune persone dello staff entrate in contatto con la Hicks, ha riferito, sono state fatte scendere. Anche Donald Trump era stato in stretto contattato con la sua consigliera ma è partito lo stesso e ha partecipato ugualmente all'evento, mettendo a rischio i partecipanti. 

Donald Trump avrebbe contratto, almeno finora, un caso lieve di coronavirus, ma ha sintomi simili a quelli di un raffreddore. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti. «Ho sintomi lievi ma in generale mi sento bene». Lo twitta la First Lady, Melania Trump, ringraziando per l'incoraggiamento ricevuto.

Trump ha cancellato il viaggio in Florida previsto nelle prossime ore nell'ambito della sua campagna elettorale - ha affermato la Casa Bianca -, aggiungendo che la positività del presidente avrà un effetto sugli ultimi scampoli di campagna elettorale a 32 giorni dal voto. La collaboratrice e consigliera di Trump, Hope Hicks, «non solo è risultata positiva al coronavirus, ma ci hanno anche detto che ha sintomi. Sta male»,  scrive il corrispondente dalla casa Bianca dell'emittente Usa Abc. 

Tutto era cominciato proprio con un annuncio che il presidente aveva sempre affidato a un tweet. «Hope Hicks, che ha lavorato duramente senza prendersi neanche una piccola pausa, è positiva al Covid-19. Terribile!», aveva cinguettato in tarda serata dopo aver concesso un'intervista a Fox, durante la quale aveva confermato la positività di Hicks e spiegato di essere stato sottoposto al test e di attendere i referti. Poche ore dopo l'annuncio della positività al virus anche per il presidente e la First Lady.

giovedì 1 ottobre 2020

Belen esce allo scoperto con Antonino: scambio di tenerezze sui social

Antonino Spinalbese pubblica il primo post in cui compare Belen Rodriguez e ufficializza la relazione con la showgirl argentina. Un video in bianco e nero la mostra sexy e affascinante sul tetto di un palazzo. La didascalia è semplice e chiara: “Bambola” scrive Spinalbese. La replica della Rodriguez non si fa attendere: “Mi piace come mi vedi” risponde sui social e i follower impazziscono. Dopo il via libera su Instagram, si attendono le foto di coppia…

In questi giorni Belen è in Puglia per uno shooting insieme alla sorella Cecilia. Le due Rodriguez posano in costume da bagno tra i trulli e la ex di Stefano De Martino pare particolarmente serena e sorridente. La relazione con Spinalbese ormai è confermata e collaudata. Si frequentano dall’estate e lui è stato un punto fermo importante per la showgirl che ha saputo voltare davvero pagina. Dopo un flirt con Gianmaria Adinolfi, ha ritrovato la stabilità con Antonino. 

Sui social tanti piccoli indizi: dalle storie in cui lui appare al fianco della Rodriguez, al tatuaggio uguale, alla festa di compleanno vissuta insieme fino al video che ufficializza la storia. L’hairstylist ama pubblicare immagini in bianco e nero e Belen lo sta seguendo a ruota. Centellinano le apparizioni lasciando una grande suspance nei fan che adesso attendo la foto di coppia.

Dalila di Lazzaro, il suo dramma a Storie Italiane: «Ho un dolore cronico. Ho speso piùà di 750mila euro per curarmi». Eleonora Daniele: «E' una malattia molto seria»

Ha raccontato il suo dramma nella puntata di oggi di Storie Italiane, su Rai1, Dalila Di Lazzaro. Ospitata da Eleonora Daniele, l'ex modella ha partecipato tramite collegamento al talk sulle pensioni, lamentando di non avere una buona pensione a causa di un incidente che le ha cambiato la vita molti anni fa.

Dalila Di Lazzaro ha raccontato: «Ha rotto un momento magico della mia carriera. A causa di quell’incidente non ho più potuto lavorare. Non sono arrivata a quarant’anni di lavoro ma se anche lo avessi fatto, pur avendo sempre versato, oggi non avrei una pensione dignitosa», chiedendo poi a gran voce: «Se una persona è costretta a smettere di lavorare e non può più fare niente, come si deve comportare? […] mi mancavano circa dieci anni di lavoro, ho chiesto mille volte di avere un’integrazione, ma è come chiedere l’elemosina».

Sul suo problema di salute, che Eleonora Daniele ha definito molto serio, Dalila Di Lazzaro a Storie Italiane ha spiegato: «Ho un dolore cronico. Ho speso più di 750mila euro per curarmi. Vorrei riconoscessero che il mio problema è grave. Anche se mi vedete così, io non posso muovermi. Durante l’incidente ho battuto la schiena e un pezzo di trapezio mi ha strappato dei tessuti nervosi dalla spina dorsale. Soffro di un dolore cronico neuropatico, non posso muovermi come tutti voi. Posso fare due passi ma sempre con la morfina in tasca».

Vanessa Incontrada nuda su Vanity Fair contro haters e bullismo: «Nessuno ti può giudicare»

Vanessa Incontrada nuda in copertina. «Questa copertina è il momento più bello degli ultimi anni», racconta sul numero di Vanity Fair in edicola dal 30 settembre l’attrice e conduttrice che in cover si mostra completamente nuda. «È il punto d’arrivo che vede il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini): dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza».

Con orgoglio e coraggio, l’artista insieme a Vanity Fair diventa l’emblema della body positivity, movimento che mette al bando il body shaming, ovvero ogni forma di bullismo contro il corpo e le sue forme, promuovendo al contrario un’idea di bellezza più inclusiva. “Nessuno mi può giudicare” recita lo strillo sulla cover: è il messaggio che il giornale veicolerà anche sui suoi canali digitali con un video-monologo scritto dall’attrice più una serie di incontri, dibattiti e interviste sui propri canali social e sui sito vanityfair.it.

«Abbiamo voluto questa copertina e abbiamo chiesto a Vanessa Incontrada di posare nuda per noi per riflettere sul tema della Body Positivity e sulle implicazioni del concetto classico di bellezza sulle nostre vite», dichiara il direttore di Vanity Fair Simone Marchetti. «La questione è complicata, vede il corpo delle donne in prima linea e annovera tutto quello che ci è stato insegnato con libri, spot, film, moda, cartoni animati e condizionamenti sociali, culturali e famigliari dagli anni Cinquanta a oggi. In fatto di bellezza, oggi sta succedendo quello che è successo alla terra dopo la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo: là dove si pensava finisse il mondo, ne è iniziato un altro. E là dove si pensava finisse la bellezza forse e finalmente ne sta sorgendo una tutta nuova».

Nell’intervista rilasciata al direttore del settimanale Vanessa Incontrada racconta l’inizio di tutte le critiche: «Nel 2008 ho avuto mio figlio Isal. La maternità, come per altro succede a tutte le donne, trasforma il tuo corpo. E il mio si trasformò molto. Partirono le critiche. Critiche feroci. Critiche crudeli. Si dice sempre, che i peggiori attacchi arrivino da chi conosci. Io non la penso così: le parole che mi ferirono di più arrivarono da chi non conoscevo. Ero delusa, ferita e disorientata: ma perché essere così cattivi?». E continua: «A volte prendi peso, altre lo perdi. Un mese sei in dieta e vuoi perdere quei tre chili, un altro ti senti a posto con te stessa. Siamo donne, il nostro corpo funziona così. È naturale, va accettato e va soprattutto rispettato. Nessuno ti può né ti deve giudicare».

Incontrada, poi, spiega il momento in cui ha fatto pace col suo corpo: «Ho finalmente capito che la battaglia del corpo non riguardava più me ma tutte le donne. E che se potevo mettere a disposizione di altre la mia esperienza, be’ era arrivato il momento di farlo».


Elsa Hosk annuncia la sua gravidanza: ecco gli scatti premaman dell'ex Angelo di Victoria's Secret

Bellissima e super sexy Elsa Hosk,  modella svedese dell'ex scuderia Victoria's Secret ha annunciato sui social di essere in dolce attesa del suo primogenito con l'imprenditore britannico Tom Daly. 

La top ha posato mostrando il pancione per una serie di scatti davvero hot e ha scritto: "È da un po' che tengo segreto questo angelo nella mia pancia ... Mi sento eccitata e fortunata di avere un bambino e di iniziare il prossimo capitolo della mia vita con l'uomo dei miei sogni !!!!".

domenica 27 settembre 2020

Fedez, visita urgente dal medico: ecco cosa sta succedendo. Chiara Ferragni reagisce così

Fedez, visita urgente dal medico. Ecco cosa sta succedendo. Il marito di Chiara Ferragni è appena stato visitato e sottoposta a una radiografia per un "incidente" sul campo da basket.

Ieri sera, Fedez si è allenato con il campione Gigi Datome, documentando tutto sulle stories di Instagram. Ma durante una partita amichevole, il rapper è caduto facendosi male al piede. Temendo una frattura, oggi è stato visitato e la diagnosi è «legamento rotto».

Il marito di Chiara Ferragni ha postato sulle stories di Instagram il ritorno a casa con le stampelle, poi ha commentato: «Non mi è andata così male, dovrò stare fermo sul divano. L'unico problema è che a Leone piace correre in giro per la casa e non stare vicino al papà. Quindi sarò solo tutto il giorno». Poi conclude: «Ma ricordatevi che stanotte esce il mio singolo, Bella storia».

Chiara Ferragni, al momento dell'incidente, si trovava a Roma per un'intervista. Ma una volta tornata a Milano si prenderà sicuramente cura del maritino.

Elisabetta Gregoraci, seno di fuori al Grande Fratello Vip: il video dell'incidente hot fa il giro del web

Incidente hot per Elisabetta Gregoraci. Il seno della showgirl è fuoriuscito per un secondo e ha richiesto l'intervento tempestivo di Myriam Catania che è accorsa per aiutare la coinquilina. L'ex di Flavio Briatore stava provando una coreografia e la canotta nera si è abbassata all'improvviso lasciando intravedere il seno. La regia, attentissima a ogni movimento della 40enne calabrese, ha immortalato tutto e i social si sono scatenati. 

La canotta era troppo aderente e l'incidente non è sfuggito all'occhio della telecamera e dei telespettatori. Myriam Catania è stata la prima ad accorgersene e si è affrettata con lo scopo di coprirla. Gregoraci si è ricomposta immediatamente, ma troppo tardi. Il filmato sta facendo il giro del web. 

Elisabetta Gregoraci si sta divertendo, ma ha anche qualche momento di riflessione e confidenza. A Matilde Brandi e Stefania Orlando ha parlato della sua lunga relazione con Flavio Briatore, finita 3 anni fa: «Avevo 24 anni, ero una ragazzina e gestire un uomo come lui non è stato facile. Ho dovuto fare delle scelte, ho rinunciato a delle cose televisive, ho cambiato la mia vita e l’ho seguito. Lui aveva ruoli importanti, viaggiava in tutto il mondo e io ho dovuto “sacrificare” le mie cose per stare accanto a un uomo così», ha dichiarato. 

sabato 26 settembre 2020

Gf Vip, lite furiosa nella notte. Fulvio Abbate fuori di sé: «Sai chi sono io? Vaff***». Coinquilini allibiti

Gf Vip, lite furiosa nella notte. Fulvio Abbate fuori di sé: «Sai chi sono io? Vaff***». Coinquilini allibiti. Notte movimentata al Grande Fratello Vip. Lo scrittore siciliano è andato su tutte le furie iniziando a inveire all'improvviso, proprio quando i concorrenti si stavano per mettere a letto. Ma andiamo con ordine.

Fulvio Abbate inizia a urlare passando davanti al bagno dove si stanno preparando per la notte Myriam Catania e Franceska. A quel punto l'attrice romana gli chiede spiegazioni, ma lui è fuori di sé. «La mentalità piccolo-borghese se la mette nel c***», grida senza fare nomi. E poi ancora una sequela di parolacce. Poi chiede a Myriam: «Sai chi sono io?». Lei serafica risponde: «No». «E allora vattelo a leggere», risponde lui adirato.

La sfuriata fa subito il giro del web. Su Twitter, gli utenti increduli si chiedono cosa sia accaduto. Intanto, nella Casa gli altri inquilini corrono a vedere cosa sia successo. Poi si riuniscono in camera allibiti e Maria Teresa Ruta spiega tutto: «Si è arrabbiato perché oggi, parlando della donazione del seme, continuava a usare parole volgari e a mimare la masturbazione. Io e Franceska gli abbiamo chiesto se potesse smettere e lui si è offeso. Non volevo avere ragione, solo che per l'educazione che ho avuto, tendo a dire poche parolacce».

Oggi, Fulvio Abbate e Maria Teresa Ruta avrebbero fatto pace. Ma i follower su Twitter non ci credono: «Lo fa solo per la nomination».

domenica 20 settembre 2020

“Grande Fratello Vip”, dalla prima doccia di Franceska alle lacrime di Myriam

I nuovi inquilini che hanno varcato la porta del "Grande Fratello Vip" poche ore fa (Elisabetta Gregoraci, Fulvio Abbate, Stefania Orlando, Myriam Catania, Denis Dosio, Franceska Pepe, Francesco Oppini, Maria Teresa Ruta e la figlia Guenda Goria) hanno trascorso la notte a parlare e a prendere confidenza con le telecamere. Franceska Pepe ha regalato a favor di telecamera una doccia sensuale, mentre Myriam Catania è scoppiata a piangere.

La squadra è quasi al completo e mentre vanno in nomination Massimiliano Morra e Fausto Leali, gli altri si rilassano con le chiacchiere. I nuovi arrivati parlano in giardino fino all’alba. La Catania discute con Morra, ma poi in un momento di sconforto inizia a piangere. La figlia di Rossella Izzo e nipote di Simona Izzo prima di entrare nel reality, aveva sentito il suo ex Luca Argentero: "Non ci sentiamo mai. Però l'ho chiamato per chiedergli un consiglio prima di entrare. Lui mi ha raccontato la sua esperienza al GF e mi ha detto di fare di testa mia".

Franceska Pepe invece decide di provare subito la doccia e mostra il suo primo bikini in Casa. Modella bellissima, è stata Miss Europa ed ex di Vittorio Sgarbi. Matilde, Enock, Andrea ed Elisabetta Gregoraci, la new entry più attesa ed elogiata, si dedicano subito alla sessione mattutina di allenamento e tutto sembra scorrere sereno.


Verissimo, Alessia Marcuzzi e le voci di un flirt con Stefano De Martino: «Tutta colpa di un fiore, ora ci rido su»

Alessia Marcuzzi, ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, parla del caso che l'ha coinvolta, suo malgrado, la scorsa estate: quella del flirt che le era stato attribuito con Stefano De Martino.

La conduttrice romana, balzata agli onori delle cronache di gossip per aver avuto una presunta relazione con Stefano De Martino, spiega: «Ora ci rido, ma quelle voci, assolutamente false, mi hanno fatto davvero male. Tutto è nato da un fiore che avevo pubblicato sui social per ricordare Nadia Toffa, siccome Stefano De Martino un mese prima aveva pubblicato lo stesso fiore, le voci si sono alimentate così. Direi che è tutto molto assurdo, io sono una donna felicemente sposata, ho una bella famiglia allargata e so che questo è il prezzo da pagare quando si è sotto i riflettori. Non è la prima volta che mi succede, ma siccome sono voci infondate ormai ci rido su».

Alessia Marcuzzi parla anche della sua famiglia, della sua battaglia contro gli haters sui social e di Nadia Toffa. «Quelle voci su Stefano De Martino sono nate anche perché, per poco tempo, mio marito Paolo era andato a casa della nonna. Questo forse ha alimentato le malignità, che sui social ci sono sempre, ma non solo per colpa dei social. Una responsabilità ce l'hanno anche i giornali, l'esempio è quello di Aurora Ramazzotti prima e di Chanel Totti poi» - le parole della conduttrice di Temptation Island - «Anche Nadia Toffa ha avuto a che fare con l'odio sui social, eppure lei era una persona bellissima e vera».

Grande Fratello Vip, Elisabetta Gregoraci e Myriam Catania incidente hot: nella notte scappa un bacio sulle labbra

Nella casa del Grande Fratello Vip, Complice forse un bicchiere di troppo, ttra le neo concorrenti Elisabetta Gregoraci e Myriam Catania è scappato un bacio sulle labbra. Un incidente 'hot' che non è sfuggito ai fan dei reality e agli utenti di Twitter. Il video del saluto caloroso, di quelli che non siamo più abituati a vedere a causa del Covid-19, è finito sui social e ha come protagoniste proprio le inquiline più attese di questa nuova edizione. Un piccolo bacio a stampo, ma è risaputo che al Grande Fratello tutto è amplificato.

Nel corso della prima nottata la Gregoraci e la Catania si sono strette in un abbraccio in giardino e poi, dopo aver girato la testa simultaneamente, si sono trovate bocca a bocca per qualche secondo. Intanto, cresce la curiosità nel vedere la quotidianità dell'ex moglie di Flavio Briatore e il suo approccio al reality più longevo della televisione.

In un'intervista a 'Verissimo' la showgirl calabrese aveva confessato che l'imprenditore era contrario a una sua partecipazione al GfVip.

«Flavio non è contento di questa mia decisione, ma sa che è un'esperienza che volevo fare in questo momento della mia vita. Spero di trovare dei compagni di viaggio che mi facciano stare bene», aveva dichiarato a Silvia Toffanin. 

venerdì 18 settembre 2020

Roma, nella scuola del figlio di Conte un solo giorno di lezione a settimana. Genitori in rivolta: «Il fallimento dell'Istruzione»

Torneranno regolarmente in classe subito le elezioni, gli studenti della scuola romana frequentata dal figlio del premier Conte, dove le lezioni fino ad oggi si sono svolte solo una volta a settimana.

Un giorno di lezione a settimana, forse due. La scuola non è riuscita ad assicurare niente di più ai suoi studenti fino ad oggi. E i genitori, indignati, protestano.

Accade a Roma, nell’elegante quartiere Prati dove, questa mattina di fronte all’istituto comprensivo frequentato dal figlio del Premier Giuseppe Conte, un gruppo di genitori ha protestato contro la mancata organizzazione della ripresa delle lezioni in classe.


“Abbiamo invitato anche il Presidente del Consiglio - racconta un papà - non tanto a protestare quanto ad ascoltarci. I nostri figli non hanno ripreso la scuola. Purtroppo è così”.

Alla base della protesta c’è la mancanza di docenti a scuola, quindi senza supplenti le lezioni in presenza non sono garantite. E quelle a distanza, con la didattica digitale integrata, in una scuola media o elementare non si possono fare. Solo alle superiori. Quindi ora che si fa? Si sta a casa e i giorni di lezione saranno andati perduti.

L’orario funziona decisamente a singhiozzo: le classi di prima e terza media frequentano due giorni a settimana per tre ore circa al giorno. Pochissimo per chi deve intraprendere un nuovo corso di studi, come le prime classi, e per chi a fine anno dovrà sostenere l’esame di Stato, in terza media appunto. Ma quei due giorni di presenza a scuola sono comunque invidiabili per coloro che, invece, ne frequentano solo uno: le classi di seconda media tornano tra i banchi solo per tre ore a settimana.

“Se continua così - assicura una mamma - portiamo via i nostri ragazzi. Purtroppo non ci sono altre scuole medie in zona che potrebbero accoglierci tutti, dovremo andare alla scuola privata: praticamente questo è il fallimento della scuola pubblica”.

“Ho due figli, uno in prima e uno in terza - denuncia un’altra mamma - praticamente sono sempre a casa. Come posso andare a lavorare? A chi devo chiedere aiuto? Non sappiamo neanche quando si risolverà la situazione: siamo stati avvisati dell’ingresso a scuola dei nostri figli ieri per oggi. Non c’è programmazione e così non possiamo neanche organizzarci”.

Tanti disagi e molte polemiche, ma ora la situazione sembra risolversi: al rientro dalla chiusura per le elezioni, i ragazzi troveranno tutti i docenti in cattedra. Ad assicurarlo è l'ufficio scolastico regionale del Lazio: “L'ufficio ha riscontrato difficoltà da parte dell'Istituto nell'esecuzione della procedura, è per questo intervenuto collaborando questa mattina con la scuola che ha così potuto convocare tutti i supplenti. L'Ufficio scolastico regionale rimane a fianco di tutte le scuole, per superare ogni criticità che si dovesse presentare, come sono state superate quelle del Col di lana che ora può operare a pieno regime”.